Cronotermostati, le funzioni avanzate nei modelli digitali

Categorie Senza categoria

Cosa non fa un cronotermostato digitale, la tecnologia si sbizzarrisce in queste minuscole scatolette da parete che, a vederle, non gli daresti un soldo bucato, ma se le metti alla prova ti fanno vedere cosa significa migliorare con un semplice pulsante o un comando da remoto la qualità della vita e la salute del portafoglio. Già, perché gli ultimi modelli di cronotermostati digitali si sono arricchiti di nuove funzionalità e opzioni programmabili fisicamente o a distanza, che ne hanno perfezionato il ruolo di ‘sentinelle’ della temperatura, intervenendo sulla razionalizzazione dei consumi e i gradi di calore ottimali in ambito domestico o lavorativo. Infatti, i modelli più evoluti non solo intervengono sulla regolazione termica di ora in ora, ma anche di minuto in minuto e sono così ‘intelligenti’ da regolarsi da soli senza bisogno di essere comandati rilevando in automatico il grado di temperatura più consono, di volta in volta.

I cronotermostati di ultima generazione sono provvisti di programmi che possono essere pre-impostati per facilitarne e ottimizzarne l’utilizzo, inoltre possono essere personalizzati in modo da poterli ‘tarare’ in base alle proprie esigenze. Tutte le funzioni innovative sono votate al risparmio energetico, un aspetto di grande importanza che rende questi dispositivi utili e al tempo stesso virtuosi, in grado di sospendere in automatico il riscaldamento, ad esempio, quando in casa non c’è nessuno, arginando gli sprechi. Nei nuovi dispositivi senza fili è attiva anche l’opzione wireless che permette un controllo da remoto mediante pc, tablet o smartphone che sfruttano app dedicate e gratuite per poter interagire a distanza con l’apparecchio.

Sul mercato, inoltre, si possono trovare cronotermostati equipaggiati con il Gsm, in grado di interagire mediante invio e ricezione di sms senza bisogno di appoggiarsi alle app. Siamo nel campo della domotica e dell’avanguardia in prestito a dispositivi ad uso domestico come, appunto, i cronotermostati, che in poco tempo hanno raggiunto livelli di versatilità e precisione senza precedenti. L’innovazione ha contaminato anche il design e la conformazione dei display, che possono essere larghi o compatti ed anche luminosi per una migliore visuale dei dati riportati sul monitor. Ormai la differenza tradizionale fra modelli analogici e digitali sta per soccombere a vantaggio della seconda tipologia, date le performance decisamente migliori offerte da un cronotermostato digitale.